CCNL Commercio: Come è regolato il lavoro Part-Time?

Condividi:

Com’è regolato il rapporto di lavoro part-time nel CCNL Commercio e Terziario?

Le parti, ritenendo che il rapporto di lavoro a tempo parziale (così detto “part-time”) possa essere uno strumento idoneo ad agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro e a rispondere alle esigenze di flessibilità dei settori, nell’intento di garantire a detti lavoratori un equo regime lavorativo concordano quanto segue.

Il contratto di lavoro a tempo parziale comporta lo svolgimento di attività lavorativa con orario inferiore rispetto a quello ordinario previsto nel presente Contratto.

Il rapporto di lavoro a tempo parziale sia per le nuove assunzioni che per il personale in servizio può essere di tipo:

  • orizzontale, quando la prestazione giornaliera ridotta si svolge per tutti i giorni della settimana lavorativa;
  • verticale, quando la prestazione a tempo pieno si svolge solo per alcuni giorni della settimana, del mese o dell’anno;
  • misto, quando la prestazione viene resa secondo una combinazione delle modalità sopraindicate, che contempli giornate o periodi a tempo pieno alternati a giornate 0 periodi ad orario ridotto o di non lavoro.

Disciplina del rapporto di lavoro a tempo parziale

L’instaurazione del rapporto di lavoro a tempo parziale consegue alla volontarierà di entrambe le parti (Azienda lavoratore), risultante da atto scritto nel quale devono essere indicate la durata della prestazione lavorativa e l’orario di lavoro, con riferimento al giorno, alla settimana, al mese e all’anno.

Retribuzione part time

Il trattamento economico e tutti gli istituti contrattuali sono proporzionati all’orario concordato, sulla base del rapporto tra l’orario ridotto ed il corrispondente orario ordinario previsto per il personale a tempo pieno.

Orario minimo part time

Ricorda che l’orario di lavoro del CCNL Commercio è pari a 40 ore settimanali, su 5 o 6 giorni di lavoro. Per i dipendenti da gestori di impianti di distribuzione di carburanti l’orario settimanale è di 45 ore, che diventano 42 per chi lavora esclusivamente in impianti autostradali o su distributori di metano compresso per autotrazione.

L’orario minimo per un part time è di 18 ore, oppure di 16 ore nel caso in cui l’azienda abbia meno 30 dipendenti. L’orario minimo giornalieri è fissato a 3 ore.

Variazione orario part time

Nel contratto a tempo parziale può essere prevista, con il consenso del lavoratore in forza formalizzato con un atto scritto, la possibilità di variare la collocazione temporale della prestazione (nei casi di part-time orizzontale — verticale o misto) e/o la possibilità di variare in aumento la durata della prestazione lavorativa (nei casi di part-time verticale o misto).

Le variazioni devono essere richieste al lavoratore con un preavviso di almeno 5 giorni lavorativi.

È fatto salvo, in caso di gravi motivi familiari e/o personali, la facoltà del lavoratore di chiedere il ripristino della prestazione originariamente concordata previo preavviso di almeno 5 giorni lavorativi.

Le variazioni della collocazione temporale della prestazione lavorativa comportano, per il periodo in cui la variazione stessa viene effettuata, una maggiorazione retributiva del 10%. In presenza di emergenze tecniche e/o produttive, il termine di preavviso può essere ridotto fino a 2 giorni lavorativi, in tal caso la maggiorazione di cui sopra sarà elevata al 15%.

In considerazione delle particolari caratteristiche che contraddistinguono i settori disciplinati dal presente CCNL, quali punte di più intensa attività, necessità di sostituzione di lavoratori assenti, esigenze produttive/organizzative, è consentita, con il consenso del lavoratore, che dovrà essere formalizzato con atto scritto, la prestazione di lavoro supplementare fino al raggiungimento del 50% del normale orario di lavoro.

Tale lavoro supplementare, verrà compensato, salvo condizioni di miglior favore, con la maggiorazione del 15%.

Nel caso di part-time verticale è consentito, limitatamente ai giorni in cui è prevista la prestazione di lavoro a tempo pieno, lo svolgimento di prestazioni lavorative ulteriori rispetto all’orario giornaliero originariamente pattuito, sulla base di quanto stabilito per i lavoratori a tempo pieno.

Tali prestazioni sono retribuite sulla base di quanto previsto dall’art. 41 del presente CCNL.

Scarica il CCNL Commercio in PDF per approfondire

Ai sensi del D. Lgs. 61/2000 il rifiuto alla accettazione da parte del lavoratore di clausole flessibili e lavoro supplementare non integra gli estremi per comminare provvedimenti disciplinari.

Passaggio da orario part time a full time

La trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale e viceversa deve avvenire con il consenso delle parti per iscritto.

L’Azienda, tra le richieste di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, dà precedenza a quelle fondate su gravi motivi familiari e/o personali. Nell’ambito del Sistema di Informazione del presente CCNL verranno forniti i dati sui contratti part-time stipulati, sulle professionalità interessate, sull’eventuale ricorso al lavoro supplementare.

I lavoratori affetti da malattie di rilevante gravità, per i quali residui una ridotta capacità lavorativa, anche a causa degli effetti invalidanti delle terapie salvavita, accertata da una Commissione medica istituita presso il servizio sanitario pubblico competente, hanno diritto alla trasformazione del rapporto di lavoro a tempo pieno in lavoro a tempo parziale verticale o orizzontale.

Il rapporto di lavoro a tempo parziale deve essere trasformato nuovamente in rapporto a tempo pieno a richiesta el lavoratore. È fatto salvo, in caso di gravi motivi familiari e/o personali, la facoltà del lavoratore di chiedere il ripristino della prestazione originariamente concordata previo preavviso di almeno 5 giorni lavorativi.

Part time CCNL Commercio: Domande frequenti

Quanto prende un part time 20 ore nel CCNL commercio?

20 ore corrispondono a metà di una settimana di lavoro full time. Pertanto, se la retribuzione minima di un lavoratore va dai 1.283,38€ a 2.960,60€ (vedi tabelle retributive), un impiegato part time di 20 ore prenderà una cifra compresa fra 641,69€ e 1480,30€.

Quante sono le ore massime e minime per un part time?

Un contratto di lavoro a tempo parziale (part time) non può eccedere le 40 ore settimanali, o 45 in alcuni casi eccezionali. Le ore minime settimanali invece sono pari a 16 o 18 a seconda che l’azienda abbia meno o più di 30 dipendenti.