Periodo di prova (Art. 2) – CCNL Multiservizi

Condividi:

L’esistenza del patto di prova dovrà risultare da atto scritto e dovrà essere accettato dal lavoratore con apposita sottoscrizione dello stesso.

La durata massima del periodo di prova non potrà superare i seguenti limiti:

  • quadri e 1 livelli: 6 mesi;
  • 2,3,4,5,6,7 livelli: 3 mesi.

Nel corso del periodo di prova, il rapporto potrà essere risolto in qualsiasi momento, da entrambi le parti, senza preavviso, con diritto al TFR, ai ratei di tredicesima, quattordicesima e all’indennità sostitutiva delle ferie.

Per i contratti a termine la durata del periodo di prova non potrà essere superiore al 50% della durata del contratto stesso.

Qualora entro la scadenza del periodo di prova l’azienda non proceda alla disdetta del rapporto, il lavoratore si intenderà confermato in servizio ed il periodo stesso sarà computato a tutti gli effetti.